I 70 anni della Magnum Photos al Museo dell’Ara Pacis

In mostra al Museo dell’Ara Pacis i 70 anni della Magnum Photos. La mostra raccoglie parte del lavoro realizzato in tutti questi anni e getta uno sguardo nuovo e approfondito sulla storia e sull’archivio dell’Agenzia. Le immagini celebri e i grandi reportage dei suoi autori permettono di comprendere in che modo e per quale motivo Magnum sia diventata diversa, unica e leggendaria. Dal reportage sui lavoratori immigrati negli USA, realizzato da Eve Arnold negli anni Cinquanta, ai ritratti di “famiglia”, teneri e intimi, di Elliott Erwitt; dalle celebri immagini degli zingari di Josef Koudelka, fino alla toccante serie realizzata nel 1968 …

Werner Bischof. Fotografie 1934-1954

Fino al 25 febbraio 2018, Casa dei Tre Oci di Venezia ospita una grande antologica dedicata a Werner Bischof (1916-1954), uno dei più importanti fotografi del Novecento. Duecentocinquanta immagini del grande fotografo svizzero consentono di ripercorrere le storie e i viaggi di uno dei punti di riferimento dell’Agenzia Magnum. La mostra, curata dal figlio Marco Bischof, organizzata da Fondazione di Venezia e Civita Tre Venezie, in collaborazione con Magnum Photos e con la Werner Bischof Estate, media partner Radio Montecarlo, presenta fotografie, in larga parte vintage, tratte dai più importanti reportage di Werner Bischof, che consentono di ripercorrere i lunghi …

MAGNUM LIFE a Cremona

La più famosa rivista americana Life e la celebre agenzia fotografica Magnum Photos; due straordinarie storie vengono accostate assieme in una mostra che riunisce fotografie di Eve Arnold, Werner Bischof, Bruno Barbey, Cornell Capa, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Bruce Davidson, Elliott Erwitt, Ernst Haas, Philippe Halsman, Inge Morath e Dennis Stock.
 La mostra di Cremona si focalizza sul rapporto fra queste due realtà, per analizzare come reportage fotografici, riferiti ad avvenimenti storici del ventesimo secolo, vennero pubblicati all’interno di questa rivista. Life con i suoi contenuti editoriali, ma soprattutto grazie al ruolo affidato alla fotografia, contribuì a creare un’identità e …

Gli Americani di Robert Frank a Milano

È il 1955 quando il giovane Robert Frank ottiene una borsa di studio dalla Fondazione Guggenheim (Frank è stato il primo fotografo europeo a riceverla) per realizzare un lavoro fotografico che racconti l’America. L’autore percorrerà così tutto il paese, e tra il 1955 e il 1956 toccherà ben 48 stati diversi. Le strade infinite, i volti delle persone, le piazze delle città, i bar e i negozi, i marciapiedi, i particolari più insignificanti vengono immortalati da Robert Frank, che rivoluziona il linguaggio tradizionale del reportage realizzando ritratti sfuocati, mossi, fotografie dai tagli apparentemente casuali ma che in realtà, con cruda …

MARIO DE BIASI. Il mio sogno è qui

A tre anni dalla sua scomparsa esce la prima monografia dedicata a Mario De Biasi, edita da Electa per la collana Electaphoto in collaborazione con il Comune di Belluno, città natale del fotografo italiano. Sono circa 400 le immagini, tra scatti e copertine di riviste e libri, selezionate dall’Archivio Mario De Biasi e quello di Mondadori Portfolio, per raccontare la storia del fotoreporter di Epoca, il settimanale che dagli anni Cinquanta diffuse in Italia il modello statunitense del fotogiornalismo illustrato. Per la celebre rivista De Biasi ha lavorato per oltre trent’anni, realizzando tra gli anni Cinquanta e Ottanta del secolo …

IVO SAGLIETTI. La fotografia va consumata lentamente

“Un fotografo deve muoversi lentamente, solo così scopre, fermandosi, voltandosi, girandosi e camminando lentamente, prendendo il regionale invece che il treno veloce, l’autobus invece che il treno”, con queste parole comincia a raccontare di sé Ivo Saglietti, uno dei maggiori esponenti del fotogiornalismo italiano. Ivo parla piano, sottovoce, pensando con attenzione alle parole da usare e spiega che ogni fotografia inserita nell’editing deve richiamare la precedente e suggerire la successiva, solo in questo modo il racconto prende un significato. Nei suoi modi di fare tranquilli e pacati si intravedono orgoglio, passione ed un cuore pronto ad esplodere se deve difendere …