Klein: il mondo a modo suo

posted in pillole della domenica

Klein: il mondo a modo suo

Autoritratto William Klein, Parigi 1998

William Klein: il mondo a modo suo è il titolo della retrospettiva, ospitata a Palazzo della Ragione di Milano, che ripercorre la carriera artistica, innovativa e trasgressiva, dell’eclettico fotografo e regista statunitense.
Nato nel 1928 a New York da una famiglia ebrea di origine ungherese, a vent’anni si trasferisce a Parigi per diventare pittore. Studia al fianco dell’artista Fernard Léger ma decide di spostare i suoi interessi verso la fotografia. Nel 1954, a Parigi, compra una Leica e due obiettivi da uno dei fotografi di Magnum Photos, che poi si rivelerà essere Henri Cartier-Bresson.
Nel 1957 vince il premio Nadar per il libro Life is Good & Good for You in New York, un diario fotografico sulla sua città d’origine. Klein spiega così il suo approccio alla street photography di quegli anni: “Era come se fossi un etnografo. Trattavo i newyorchesi come un esploratore avrebbe trattato uno zulu, cercando lo scatto più crudo, il grado zero della fotografia”.

Negli anni cinquanta Klein scopre il cinema con Federico Fellini, a cui fa da assistente, e sempre  negli anni cinquanta si dedica alla fotografia di moda, della quale sovverte i paradigmi diventando uno tra i più apprezzati fotografi di Vogue. Stimolato da Alexander Liberman, direttore responsabile di Vogue America, William Klein scatta fotografie di moda fino al 1965 e sovverte l’approccio tradizionale, portando le modelle in strada e introducendo molte innovazioni tecniche come l’utilizzo del teleobiettivo, del grandangolo o dell’open flash.

Klein si dedica anche alla regia di film sperimentali, documentari e spot pubblicitari. Negli anni Novanta esplora le connessioni tra pittura e fotografia nei suoi provini a contatto dipinti: “Vidi la possibilità di inventare un nuovo tipo di oggetti artistici coniugando in modo organico, non arbitrario, pittura e fotografia.”

La mostra milanese, a cura di Alessandra Mauro, presenta 150 opere originali provenienti dall’archivio personale di Klein e installazioni concepite appositamente per l’allestimento. Il percorso espositivo è diviso in nove sezioni, che guidano lo spettatore nei luoghi raccontati da Klein attraverso la sua particolare visione del mondo.

WILLIAM KLEIN
Il mondo a modo suo
17 giugno – 11 settembre 2016
Palazzo della Ragione
Piazza dei Mercanti
Milano
www.palazzodellaragionefotografia.it